martedì, 29 settembre 2020

ARSIERO - VI
Chiesa di Santa Maria dell'Angiadura

Inaugurazione dei lavori di restauro, mercoledì 23 settembre 2009 ore 17.00

Il restauro del portico e le tre lunette affrescate raffiguranti l'Annunciazione è stato eseguito dai restauratori di Barco Mocenigo guidati dal Maestro Ugo Gazzola.

S. M. Angiadura
Santa Maria dell'Angiadura

Accanto al Cimitero Militare si trova il Cimitero Civile con la suggestiva chiesa di Santa Maria dell'Angiadura. Fu questa la prima chiesa parrocchiale di Arsiero. Il più antico accenno ad essa si trova in un documento scritto nel 1418. Sulla soglia della porta d'ingresso si legge la data dell'ultimo ampliamento: anno 1495. Fu consacrata l'8 dicembre 1511. Nell'anno 1884 la chiesetta fu restaurata: venne eretta la cappella per l'altare della Madonna delle Grazie e venne tolto il pulpito. Assai danneggiata dalla guerra 1915-18, fu successivamente restaurata. Il soffitto settecentesco a centina che si dovette abbattere fu sostituito da un soffitto a riquadri; vennero ridotte le finestre, aggiunti finti archi alle pareti le quali a loro volta vennero decorate in stile trecentesco.

Nel 1950 l'antica e venerata immagine della Madonna Annunciata fu sostituita dalla statua in legno, scultura pregiata della Val Gardena, della Madonna Pellegrina.
Nel 1953, per un voto di guerra della contrada Vigo di Arsiero, fu collocata la statua di san Giuseppe, scolpita ad Ortisei. Un altare della chiesa è dedicato a San Valentino.
La chiesa di santa Maria è molto amata dagli arsieresi; vi si celebrano solenni cerimonie religiose il 15 agosto e l'8 settembre.

Stato di fatto

Affreschi della Madonna
Sotto il portico, sulla facciata della chiesa, ci sono tre lunette affrescate che misurano 270 x 170 cm. L’intonaco, di fattura moderna, risulta ben ancorato al supporto murario e la superficie è stata finita a frattazzo.
Le immagini risultano molto consunte e abrase dal tempo.
Le cadute di colore sono dovute alla presenza di efflorescenze saline.
Allo stato attuale le immagini non sono completamente leggibili ma facendo riferimento all’iconografia classica e a quanto si vede possiamo ricostruire i vari soggetti.

  1. lunetta di sinistra: un Angelo regge un cartiglio con la scritta "AVE MARIA GRATIA PLENA";
  2. lunetta di centro: l’Arcangelo Gabriele annuncia a Maria che diventerà madre di Gesù;
  3. lunetta di destra: un Angelo regge un cartiglio con la scritta “ECCE ANCILLA DOMINI”.

Le lunette sono contornate con cornici disegnate.

Altre superfici della facciata

Il resto della facciata può essere diviso in altre due zone: la parte superiore con tracce di cornice e la parte sotto le lunette finita in rasatura di calce. Tutte e due le superfici, come il resto del portico, sono state ridipinte varie volte a calce.

Superficie sopra le lunette
Questa zona, coperta da scialbo di calce, era stata decorata con cornici bianche su un fondo ocra. La pittura originale contiene caseina. Il disegno completo non è identificabile perché coperto da scialbo.

Superficie sotto le lunette
Questa porzione di parete risente della risalita di umidità e gli intonaci sono molto degradati. La finitura originale è andata persa e sostituita da vari rattoppi di intonaco e varie mani di pittura a calce.

Metodologia di intervento

Superfici dipinte

Gli affreschi in oggetto presentano efflorescenze saline (90% della superficie) e cadute di parti pittoriche (60% della superficie). L’intonaco richiede dei consolidamenti in alcuni punti (5% della superficie)
Le operazioni di recupero delle lunette affrescate si sintetizzano in:
  • preconsolidamento della pellicola pittorica con resine acriliche;
  • consolidamento dell’intonaco, riadesione all’apparato murario e stuccature;
  • rimozione dello sporco e dei sali solubili con adeguati impacchi;
  • ritocco pittorico;
  • stesura di protettivo;
  • documentazione dell’intervento.

Le operazioni di recupero delle superfici attorno alle lunette necessitano anche di:
  • discialbatura delle superfici (860x240cm).

Le operazioni di recupero delle superfici sotto le lunette necessitano anche di:
  • rimozione e rifacimento degli intonaci, pulitura dei marmi;
  • trattamento e rimozione dei sali, finitura in rasatura di calce.

Calendario Attività Culturali:

LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930    

Scheda di adesione ai Corsi in Barco Mocenigo:

Compila il Modulo Richiesta Informazioni per esaudire le tue curiosità o per fare le tue proposte.