lunedì, 16 maggio 2022

9 biennale manifesto

SGUARDO SULL'INCISIONE, 9' biennale di incisori contemporanei

Castello di Godego 20 marzo - 10 aprile 2022 https://issuu.com/darioantonini/docs/catalogo_stampa

Inaugurazione domenica 20 ore 11.00 nel salone principale di Villa Priuli con la presentazione del dott. Mauro Perosin, docente e storico dell'arte

Questo tempo di grande cambiamento richiede notevole resilienza. Ciononostante, pur immersi in un clima di incertezza e contraddizioni, presentiamo con profonda emozione un evento lungamente atteso: la 9° Biennale di incisori contemporanei Sguardo sull’incisione.
Speriamo che questa iniziativa, evento culturale e sociale legato a quel fare lento e meticoloso – qual è la grafica d’arte – che ben si adatta al nostro percorso interiore, possa donare ai partecipanti un senso di normalità ritrovata.
La presente edizione giunge in una veste rinnovata, proponendo nuove intuizioni e contributi che ci conducono in varie direzioni artistiche, culturali, e, non da ultimo, didattico-formative.
L’esposizione si compone delle opere di dieci autori, maestri riconosciuti e stimati a livello nazionale, affiancate quest’anno dalle realizzazioni di una collettiva internazionale, raggruppate nella mostra Loading Set-Up. Si tratta di artisti provenienti dall’Italia, dalla Bulgaria, dall’Ucraina, dal Giappone e dal Messico che
ci inducono a riflettere sulla stampa d’arte attraverso un dialogo fra tecniche tradizionali e contaminazioni digitali nell’epoca della condivisione globale.
Parte dell’iniziativa è inoltre il progetto didattico, comprensivodi una sezione interamenteriservata ai lavori di grafica d’arte degli studenti del Liceo Artistico “Fanoli” di Cittadella e di laboratori – indirizzati ai più piccoli e ai loro insegnanti – dedicati sia alla stampa calcografica tradizionale, che al no-toxic e ai processi di stampa sperimentali o a colori naturali.
La cultura visiva europea del XVI secolo, forte dell’opera di Albrecht Dürer e dei suoi contemporanei, ha avuto un impatto durevole sino ai giorni nostri. L’incisione risulta infatti, tutt’ora, una forma d’arte versatile e dal forte potenziale comunicativo, espressione, com’è, tra le altre cose, della società in cui
prende forma.
L’opera grafica è il risultato di un percorso mentale e di impegno tecnico. Nell’incisione sono sempre presenti lo studio, la pazienza e l’applicazione, elementi che permettono di andare in profondità e di entrare nell’intimo della materia. È un continuo ripensamento del proprio modo di fare: laddove la sensibilità si affina, una necessità interiore invita ad esprimersi e giungono nuove piccole intuizioni lungo un segno che si intreccia.
Al di là di questo tempo che tenta di risucchiarci in continui cambiamenti e dissolve le immagini che ci restituiscono un battito d’ali della nostra esistenza, il fare artistico e in particolare l’incisione,
ci restituisce un peculiare senso del vivere e del pensare e ci tiene ancorati ad un’esistenza che a volte
non riusciamo a comprendere sino in fondo.

Renato Tonietto, incisore e curatore della mostra

Calendario Attività Culturali:

LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Scheda di adesione ai Corsi in Barco Mocenigo:

Compila il Modulo Richiesta Informazioni per esaudire le tue curiosità o per fare le tue proposte.